Considerato il periodo di pandemia Covid19 gli orari di apertura possono subire variazioni. Si consiglia di telefonare al numero 0374 83171 prima della visita
. .
NON E' STATO IL FREDDO LA COSA PEGGIORE
PER NON DIMENTICARE LA SHOAH

Giornata della Memoria 2019 ' Sciesopoli “Luogo della Memoria'
Soncino e Orzinuovi
Da Sabato 19 Gennaio a Sabato 02 Febbraio 2019
Il 27 Gennaio verrà celebrata la Giornata della Memoria istituita dal Parlamento nel 2000 in
ricordo dello sterminio e delle persecuzioni, nei campi nazisti, del popolo ebraico ma anche di
Sinti, Rom, disabili, Testimoni di Geova, omosessuali e oppositori politici.
Il 27 gennaio 1945, infatti, le truppe sovietiche dell'Armata Rossa arrivarono ad Auschwitz e
aprirono i cancelli del campo di sterminio.
Nell'ambito delle iniziative promosse per la ricorrenza del Giorno della Memoria
l'Associazione Pro loco Infopoint e il Museo della Stampa propongono, presso la Sala
Mostre dell'Ex Filanda Meroni a Soncino, la Mostra "Sciesopoli", ideata e curata da
Bernardino Pasinelli e Enrico Grisanti.
La mostra sarà inaugurata Sabato 19 Gennaio alle ore 11 e rimarrà aperta al pubblico, a
ingresso libero, fino al 26 Gennaio.
I primi tre pannelli della mostra accennano alla storia della colonia voluta dal fascismo
milanese.
I tre pannelli successivi riguardano la guerra, l'internamento degli ebrei, l'occupazione nazista
dell'Italia, la Liberazione e il governo Alleato.
Seguono 12 pannelli con diverse foto e documenti originali dell'archivio storico del Comune di
Selvino sulla presenza degli ebrei a Selvino e nella colonia di Sciesopoli.
Si tratta di documenti per il controllo degli stranieri, con carte e permessi di soggiorno, registro
delle carte d'identità, in cui compaiono i nomi degli istruttori ed educatori della colonia, fra cui
Luigi Gorini, il direttore Moshe Zeiri e sua moglie Teddy Beeri, la dottoressa Pessia Kissin, il
calzolaio russo Gary Bertini, che poi divenne un grande direttore d'orchestra.
In particolare vi sono due lunghi elenchi dei "Bambini di Selvino" che testimoniano il dramma
dei profughi sopravvissuti alla Shoah. Vi sono alcuni inserti del giornalino "Nivenu" scritto dai
"Bambini di Selvino", con le loro poesie e pensieri, le regole di vita della colonia, le foto delle
attività svolte nella Casa e un cenno finale all'emigrazione verso la Palestina, la "Terra
Promessa".
Le iniziative proseguiranno Venerdì 25 Gennaio alle ore 17 presso l'Istituto d'Istruzione
Superiore “G. Cossali' di Orzinuovi e alle ore 21 presso la Sala Consiliare del Comune di
ASSOCIAZIONE PRO LOCO SONCINO
MUSEO DELLA STAMPA
via Carlo Cattaneo 1, 26029 Soncino (Cr)
telefono 0374 84883 / 0374 84499 fax 0374 84499
e'mail: info@prolocosoncino.it www.prolocosoncino.it
C.F. 92000720190
P. I. 01000870194
ISCRITTA
ALL'ALBO REGIONALE DELLE ASSOCIAZIONI PRO LOCO - LEGGE REGIONALE 22 - 4 - 1975 - N. 64
Soncino con la Proiezione del Documentario “Sciesopoli: Luogo della Memoria', per la
regia di Enrico Grisanti.
Al termine ci sarà l'esibizione teatrale a cura della compagnia L'Arca di Noè: “L'ultima
pagina', spettacolo elaborato dagli alunni delle Scuole Medie di Soncino.
Sabato 26 Gennaio, presso la Sala Convegni dell'Ex Filanda Meroni, alle ore 10 per gli
alunni delle scuole medie di Soncino verrà proiettato il documentario “Sciesopoli: Luogo
della Memoria'.
Al termine gli alunni delle 3° media si esibiranno nello spettacolo teatrale “L'ultima pagina'.
Per concludere, nella Sala Convegni dell'EX Filanda Meroni, Sabato 02 Febbraio alle ore
21 si terrà una Lettura/Concerto basata sulle testimonianze dirette dei sopravvissuti ai
campi di concentramento nazisti dal titolo " ... Non è stato il freddo la cosa peggiore...".
Letture tratte dai testi di: Settimia Spizzichino, Pierre Seel e Rudolf Hoess.
Voce recitante Marco Zappalaglio, sottolineature musicali da composizioni originali del
Maestro Marco Ravasio con accompagnamento al violoncello di Raffaella Matta, per la
Regia di Enzo G. Cecchi.
Ingresso Libero.
Tutte le iniziative sono promosse dall' Associazione Pro loco Infopoint e dal Museo della
Stampa di Soncino, con il patrocinio del Comune di Soncino e di Orzinuovi.
Il Giorno della Memoria rappresenta, per tutte le comunità, un'opportunità di incontro e una
significativa esperienza educativa.
Aderiscono all'iniziativa anche: Rotary Club di Soncino e Orzinuovi, Istituto Comprensivo
Giovanni XXIII di Soncino e Istituto di Istruzione Superiore G. Cossali di Orzinuovi.
* Sciesopoli - A 20 Km da Bergamo, a 70 Km da Milano e da Brescia, tra le montagne di Selvino nella
bergamasca, esiste una grande colonia alpina, oggi abbandonata e in rovina ma un tempo straripante di vita, di
bambini che correvano, studiavano, giocavano, lavoravano, cantavano e recitavano.
Una colonia sorta nel 1933 e attiva sino al 1985.
Si chiama Sciesopoli, un nome fantastico e strano, che è la fusione di due nomi: Sciesa e Tendopoli.
Sciesa, in onore di Amatore Sciesa, un eroe del Risorgimento italiano. Tendopoli perché inizialmente il luogo era
un campeggio estivo dei giovani fascisti milanesi.
Questo fiore all'occhiello del fascismo milanese, tra il 1945 e il 1948 divenne la casa di accoglienza per circa 800
bambini ebrei orfani, scampati ai rastrellamenti, alla distruzione dei ghetti, ai campi di lavoro e sopravvissuti ai
lager, alle persecuzioni e alle marce della morte.
Questi bambini provenivano da mezza Europa, erano polacchi, ungheresi, ucraini, tedeschi, romeni e alcuni
italiani.
A Selvino vennero raccolti dalla comunità ebraica milanese e furono guidati da Moshe Zeiri, un soldato della
Brigata Ebraica, che amava il teatro, il quale, dalla Palestina, era venuto in Italia a combattere contro i
ASSOCIAZIONE PROLOCO INFOPOINT  MUSEO DELLA STAMPA SONCINO
« torna indietro
cookie policy web design: www.fabriziofacciocchi.com Museo della Stampa - Via Lanfranco, 6 - 26029 - Soncino (Cr) - Tel. 0374 83171

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

Accetta